Usare Paymeabit scrivendo post free e premium

Questo articolo è la parte di 2 nella serie Paymeabit

Nell’intervista a Luigi Angotzi di qualche settimana fa ci siamo occupati di presentare Paymeabit per avere una infarinatura da parte dagli sviluppatori su cosa è e dove vuole arrivare. Al termine dell’articolo usare Paymeabit per le vostre attività sarà molto semplice.

Iniziamo a usare Paymeabit

In questo secondo articolo, per quanto usare Paymeabit sia alquanto semplice, osserveremo le possibilità che offre entrando nel dettaglio. Ricordiamo che il servizio è in fase beta e, probabilmente, non è ancora fruibile al pieno delle sue features.

Prima passi

  1. Registrazione e accesso
    • Nulla di più semplice. Rechiamoci su http://paymeabit.com/ e occupiamoci della registrazione. E’ possibile utilizzare un account Facebook, Twitter, Google+ o, per chi non ama i social network (come il sottoscritto), con un tradizionale e sano indirizzo email.
    • Accediamo al servizio con le credenziali utilizzate per trovarci all’interno della piattaforma.
  2. Interfaccia principale
      • In alto al centro possiamo trovare una barra di ricerca nella quale possiamo cercare dei documenti o articoli basati su una parola chiave. Il sistema analizzerà tutto il database e ci mostrerà, al centro dello schermo, quelli che contengono il termine richiesto.
      • usare PaymeabitSotto alla barra di ricerca possiamo notare 4 blocchi: New, Top, Market, Group. Ognuno d’essi rappresenta la sezione per visualizzare gli ultimi inserimenti. New e Top offrono, rispettivamente, visibilità agli ultimi inserimenti e ai più “pagati”. Market è la sezione dedicata ai post a pagamento; cioè a quegli articoli nei quali la lettura prevedono una determinata somma (vedremo più avanti cosa sono e come farne uso). In Groups invece possiamo visualizzare gli ultimi post dei gruppi e non dei semplici utenti (una sottospecie dei gruppi Facebook). Un algoritmo si occupa di evidenziare in tali sezioni gli articoli, facendo decadere dopo un tempo prestabilito o una determinata situazione un articolo che andrà sostituito con un’altro maggiormente importante.
      • 2La creazione di articoli si basa sul pulsante visibile in alto a destra che, se cliccato, ci mostra tre possibilità: Post, Premium Post e Group. Con il primo creeremo un semplice post, con il secondo un Post a pagamento e con il terzo un gruppo.

     

Creazione dei contenuti

  1. Creazione di un articolo “free”
    1. creazione articoloLa creazione di contenuti standard (chiamato FREE)è alquanto semplice. All’interno del predisposto box inseriamo nella prima riga il titolo e nelle seguenti il testo. Evidenziando il testo abbiamo la possibilità di formattarlo per renderlo più accattivante e attraente. Come potete notare non esiste la possibilità di inserire un titolo. Deve essere utilizzata la funzione GRASSETTO che è il primo che ci viene proposto tramite la lettera B se evidenziamo il testo. Sotto al box troviamo la possibilità di inerire una immagine e/o un link.

     
     
     

  2. Creazione di un articolo “premium”
  • contenuti premiumI contenuti a pagamento (chiamati PREMIUM) sono una delle caratteristica importanti e da non sottovalutare di Paymeabit. Essi ci permettono di creare contenuti visibili solo alle persone che sono disposte a pagare un determinato prezzo deciso dall’autore. L’immagine a sinistra ci mostra il semplice menù di creazione che si dividi in due sezioni: Public e Premium. Nella prima parte si dovrà scrivere titolo e descrizione. Si può aggiungere una immagine e, ovviamente, il prezzo in cui siamo disposti ad offrire la lettura al pubblico (in bits). Vi faccio notare che il prezzo è una opzione; lo è per il fatto che l’autore potrebbe prevedere di permettere la lettura di un contenuto premium a costo zero. Può farlo per motivi promozionali o per fattori d’esigenze di marketing. Nella seconda sezione dobbiamo inserire il testo a pagamento; tale testo verrà visualizzato solo e soltanto previo pagamento dei bits decisi in precedenza.

Vengo pagato in bits e quindi?

Abbiamo scritto come creare contenuti free e premium e ora vorrei scrivere di questi bits. I bits sono una frazione di bitcoin. Nella tabellina sottostante possiamo capire che 1 bit equivale a 0.00000100 bitcoin ossia, in questo momento, circa 0,0005820 euro. La possibilità di ricevere un compenso non è presente solo negli articoli premium; negli articoli free c’è la possibilità di dichiarare il proprio “mi piace” tramite la donazione di uno o più bit. Come potete capire donare 0,0005820 euro viene abbastanza semplice ed è un modo per far capire all’autore che apprezziamo il lavoro che svolge. Più l’articolo sarà interessante e unico, maggiormente verrà valutato positivamente dalla comunità e più bits riceverà.

Tabellina valore bit

= 0.00000001 ฿
= 0.00000010 ฿
= 0.00000100 ฿ = 1 Bit / μBTC (you-bit)
= 0.00001000 ฿
= 0.00010000 ฿
= 0.00100000 ฿ = 1 mBTC (em-bit)
= 0.01000000 ฿ = 1 cBTC (bitcent)
= 0.10000000 ฿
= 1.00000000 ฿

menu paymeabitPremendo sul vostro logo(in alto a destra) si aprirà sul bordo pagina un menù riepilogativo dove si ha la possibilità di visionare i gruppi creati, gli articoli che abbiamo desiderato pagare, il nostro bilancio, le impostazione dell’account e, per finire, il logout. All’interno di Balance possiamo prelevare i nostri bits guadagnati tramite donazioni dei contenuti free e tramite articoli che abbiamo offerto a pagamento. Possiamo anche ricaricare il nostro conto per effettuare acquisti di contenuti che riteniamo interessanti e validi. Se non avete un portafoglio bitcoin andate a questa pagina http://www.comprarebitcoin.info/  e scaricatevi il wallet bitcoin che fa per voi. I bits guadagnati possono essere cambiati in valuta corrente tramite l’ottimo servizio di exchange di Therocktrading

 

 

Cogliete l’opportunità

Ora usare Paymeabit non è più un problema. Avete un blog e fino ad oggi avete occupato tempo prezioso a preparare articoli aspettandovi solamente pochi centesimi da Google Adsense? Scrivete svariati articoli in un forum e avete notato che siete apprezzati dai lettori? Avete una ricetta segreta passata dalla nonna e siete disposti a divulgarla ma solo in cambio di un sensato compenso? Insomma potete inventarvi il modo migliore per utilizzare Paymeabit!

Note conclusive

Divertitevi anche voi e servitevi delle opportunità che bitcoin offre. Servizi come Paymeabit sono impensabili con la valuta tradizionale e incentivare aziende e servizi che sfruttano questa tecnologia è un’ottima opportunità per precedere la concorrenza e/o diversificarvi dal mercato.

Navigazione multiarticoloPaymeabit, ossia guadagnare scrivendo >>
Avatar

Mirko Feriotti aka Ziomik

Profeta del Bitcoin sin dagli esordi e fermamente convinto sulle potenzialità della moneta decentralizzata.

Lascia un commento

Non perdere i nuovi articoli e le opportunità sulle criptovalute. Iscriviti alla newsletter!
Iscrizione