Transazioni bitcoin lente o bloccate. Perchè?

Può accadere che la ricezione di bitcoin diventi in un incubo con attese di svariate ore ma, nei casi peggiori, anche di giorni. Ma, perchè a volte le transazioni bitcoin sono lente o bloccate?

La moneta elettronica bitcoin esiste grazie a una tecnologia chiamata block chain che non è altro che un complesso sistema nel quale sono presenti e disponibili a chiunque tutte le transazioni dal “giorno zero”. Una sorta di enorme foglio excel che tutti possono consultare.

Ogni volta che inviate bitcoin a un indirizzo mettete in modo un sistema di verifica nel quale sono coinvolti i cosidetti “miner”. Infatti, oltre ad essere una parte fondamentale per l’immissione di moneta, sono una sorta di poliziotti. Uno dei loro compiti è controllare la completa buona fede di una transazione e validarla nella rete. Queste convalide si chiamano “conferme”. Solitamente qualsiasi store che accetta bitcoin attende 6 conferme prima di convalidare il vostro acquisto. Può accadere che alcuni accettino nell’immediato(quindi con zero conferme) ma solitamente avviene per importi di basso valore economico.I miner, quindi, convalidano la transazione e ricevono come compenso le “fee”. Una tassa di transazione che può essere inserita ad ogni invio. In verità è possibile evitare di pagarla ma ogni client bitcoin attuale evita tale procedura inserendo di defaul un piccolo ammontare che solitamente è di 10000 satoshi 0.0001 bitcoin che in questo momento sono circa 3 centesimi di euro; alcuni client più attenti invece calcolano questa tassa al momento facendo alcuni calcoli e consigliandovi una fee adeguata per evitare che la transazione diventi un incubo di lentezza con attese, per le conferme, infinite.

Vi chiederete perchè mai stia scrivendo di tutto ciò quando l’articolo si riferisce a transazioni lente o bloccate. Il perchè è presto detto: La causa più frequente di una transazione bloccata o lenta è da accusarsi a una tassa di transazione inesistente o troppo bassa. Il fatto è che tale tassa, per essere considerata dai miner e quindi permettere la ricezione di conferme alla vostra transazione, varia di valore in base alla lunghezza della transazione(in byte). Quindi più è alta la commissione prima verrà presa in considerazione, lasciando quella meno appagante(quella con zero fee) per ultima.

Ora vi starete domando: Ma, perbacco, come faccio a sapere quale sia una giusta fee per ogni transazione? Bè, almenochè non utilizziate dei client bitcoin che calcolano automanticamente questo valore, giunge in nostro soccorso un sito web che ci mostra in tempo reale i tempi d’attesa in base al valore che intendiamo pagare. Questo sito è COINTAPE

ESEMPIO: Nell’immagine qui sotto potete vedere uno screenshot del sito Cointape di questo momento. Ora se dovessi inviare una transazione con zero fee il tempo di attesa varierebbe dai 90 minuti all’infinito. Alzando la soglia da 1 a 10 satoshi per byte sarei nella fascia 40-960 minuti. Per avere un tempo dai 0 ai 30 secondi dovrei stare sui 51-60 satoshi (la prima riga verde partendo dall’alto vero il basso) per byte. Considerano che una transazione media è di 362 bytes la fee necessaria in questo momento è di 18.462/21.720 satoshi cioè da 0.00018462/0.0002172 bitcoin che al cambio attuale sono da 0,06328/0,07444 euro

cointape home

Avatar

Mirko Feriotti aka Ziomik

Profeta del Bitcoin sin dagli esordi e fermamente convinto sulle potenzialità della moneta decentralizzata.

Un pensiero riguardo “Transazioni bitcoin lente o bloccate. Perchè?


Effettua il login per lasciare un commento

Non perdere i nuovi articoli e le opportunità sulle criptovalute. Iscriviti alla newsletter!
Iscrizione