Storj il data cloud decentralizzato

Tempo di lettura:3 minuti

 Cosa è Storj?

E’una piattaforma che permette di conservare file all’interno di una rete decentralizzata. Quello che fanno Google Drive o Dropbox ma meglio: I file che invieremo, dopo essere stati criptati end-to-end, sono tagliati in tante piccole porzioni e distribuiti in spazi di condivisione sparsi qua e la per il mondo. Al momento del recupero verranno riuniti e decriptati così da essere nuovamente disponibili.

Come funziona?

Può essere utilie per chi desidera un cloud storage economico, sicuro e criptato. Nessuno potrà recuperare i tuoi dati che saranno al sicuro lontano da mani indiscrete! Il prezzo, come potete vedere dalla tabellina qui a destra, è molto vantaggioso se confrontati con il prezzo dei maggiori big del settore.

Naturalmente c’è dello spazio iniziale gratuito di ben 25Giga per i primi 12 mesi.

Se invece intendi dedicare dello spazio del tuo hard disk o del tuo nas puoi partecipare al progetto noleggiandolo in cambio di token che, in  questo momento hanno un valore intorno ai €.1,24

Un’ottima applicazione per gestire lo spazio è EasyStorj disponibile a questo link: https://github.com/lakewik/EasyStorj

 

Minare con Storj

Abbiamo deciso di dedicare dello spazio utilizzando il nostro vecchio disco fisso messo giù in cantina? Sappiate che avete bisogno di banda in upload(quella che inviate) altrimenti rischierete di saturare la vostra connessione oltre che a rallentare le performace del progetto stesso.

  • Windows: Non credo ci sia bisogno di aiuto per utilizzare STORJSHARE. Una volta avviato vi chiederà di inserire un vostro indirizzo storj(ERC20 token). Create una cartella sul vostro disco fisso e, tramite Storj Share impostate lo spazio che siete intenzionati a condividere.
  • Docker/Linux: Per chi avesse bisogno di un docker(io lo utilizzo su un nas Qnap) lo trovate qui. Una volta avviato procedete all’aggiornamento con questi semplici passi:
    • apt-get update
    • apt-get upgrade
    • apt-get install build-essential
    • apt-get install git
    • npm install -g storjshare-daemon

Create il file config.json tramite questo comando:

storjshare create --storj vostro indirizzo pagamento storj --storage vostra cartella dedicata a contenere i dati [Es. /Storj/data ] --size spazio che intendete edicare ES. (virgolette incluse) ["500GB"] --logdir /storj/logdir --rpcport porta del servizio da aprire sul vostro router [Es. 4000] --rpcaddress vostro indirizzo pubblico o dinamico Es. [mycloudstorj.dyndns.org] --manualforwarding --noedit --outfile locazione del file di configurazione [Es. /Storj/config.json] --maxtunnels 0 --tunnelportmin 0 --tunnelportmax 0

Questo è un esempio senza i commenti:

storjshare create --storj 0xfBD44a2a3683F20816BAA647C5D9E87cF05409Ec --storage /Storj/data --size "500GB" --logdir /storj/logdir --rpcport 4000 --rpcaddress mycloudstorj.dyndns.org --manualforwarding --noedit --outfile /Storj/config.json --maxtunnels 0 --tunnelportmin 0 --tunnelportmax 0

Una volta creato il file di configurazione avviamo storjshare  con il comando storjshare daemon per poi impostare e avviare il file config creato poco sopra:

storjshare start --config /Storj/config.json

Per comodità potete crearvi uno script

#!/bin/bash
.$HOME/.bashrc
. $HOME/.profile
. $HOME/.bash_profile
APP=$(ps aux | grep -v grep | grep storjshare)
if [ -z "$APP" ];
then
echo "Riavvio storjsharedaemon"
storjshare daemon
fi
APP=$(ps aux | grep -v grep | grep 'farmer.js --config')
if [ -z "$APP" ];
then
echo "Riavvio farmer"
storjshare start --config /Storj/config.json
fi

Link utili

Sito progetto: https://storj.io

StorjShare: https://storj.io/share.html

Tutorial: https://docs.storj.io/docs

 

 

Avatar

Mirko Feriotti aka Ziomik

Profeta del Bitcoin sin dagli esordi e fermamente convinto sulle potenzialità della moneta decentralizzata.


Accedi per lasciare un commento

Non perdere i nuovi articoli e le opportunità sulle criptovalute. Iscriviti alla newsletter!
Iscrizione
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com