Prezzo bitcoin: Valore in rapida salita

Tempo di lettura:1 minuto

Come previsto l’evento dell’halving sta movimentando il prezzo di bitcoin molto velocemente.

Il prezzo bitcoin, solido come non mai, è alle stelle. In questo momento la media tra i vari exchange è di ben 680,00 euro. Siamo a distanza di 22 giorni dal dimezzamento della ricompensa riservata ai miner e ci sono grandi possibilità che il prezzo non si fermerà nemmeno dopo l’halving.

Chandler GuoUn paio di settimane fa il fondatore di Bitbank giustamente disse:

Se il prezzo non si raddoppierà in tempi brevi la maggior parte delle macchine destinate al mining verrà spenta.

 

Continua specificando che lo spegnimento delle macchine porteranno una crisi momentanea in quanto, se il valore di bitcoin non fosse equo, lo spegnimento brusco di molte macchine(e quindi una decrescita della potenza immessa nel network) creerebbe un rallentamento della convalida delle transazioni. Questo fino a che il network non si riequilibra basandosi sulla nuova potenza complessiva.

Previsioni

Come discusso nel precedente articolo dedicato all’halving a mio parere questo non accadrà. Ci sono troppi interessi per fare in modo che le macchine continuino a lavorare e che possano portare profitto anche dopo il dimezzamento. Il prezzo bitcoin probabilmente si assesterà sugli 800 euro e diventerà il valore medio per tutto il 2016. Al termine dell’halving gli speculatori non si fermeranno e cercheranno di tenere il valore aiutati anche dalla continua immissione di moneta cinese.

Avatar

Mirko Feriotti aka Ziomik

Profeta del Bitcoin sin dagli esordi e fermamente convinto sulle potenzialità della moneta decentralizzata.

0 pensieri riguardo “Prezzo bitcoin: Valore in rapida salita

  • 23 giugno 2016 in 18:46
    Permalink

    A quanto pare la spinta rialzista è già finita e il BTC è già tornato verso quota 500 USD. E magari è destinato a scendere ancora. Anche le altre criptovalute in questi giorni sono in picchiata. Qualcuno ha qualche idea del motivo? Qualche grosso Exchange è fallito? Chi ha venduto armi all’ISIS pagando in BTC adesso li sta vendendo per convertirli in valuta “analogica”? Per il futuro che prevedete?

  • 24 giugno 2016 in 0:46
    Permalink

    In questo momento siamo a €. 551 circa. Ha toccato i 500 euro (no dollari) per poi risalire. Cosa ne penso? Che è tutto un giochino in mano a persone con forti capitali che riescono a manovrare il mercato con pochi milioni di dollari. La discesa che c’è stata nell’ultima settimana non ha dei moventi e, nonostante c’è chi considera che sia dovuta al Brexit, a mio parere è solo una manovra per far impaurire i piccoli azionisti che, non abituati a sbalzi così rapidi, hanno venduto. I vecchi investitori hanno la pellaccia spessa e un calo del 20% non ha fatto intaccare la fiducia a bitcoin anzi hanno approfittato “dei saldi” pre-halving.
    Riguardo alle armi dell’ISIS forse è meglio informarsi su quotidiani migliori. L’ISIS non ha sicuramente mai utilizzato bitcoin per finanziarsi ma piuttosto sono gli stessi grandi governi che li foraggiano per una guerra utile sia all’EU che agli USA.


Accedi per lasciare un commento

Non perdere i nuovi articoli e le opportunità sulle criptovalute. Iscriviti alla newsletter!
Iscrizione
WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com