Bitcoin è risorto!

[ratings]

A metà gennaio le notizie dello sviluppatore che decide di andarsene dal dev del core bitcoin ha impaurito i deboli di cuore ma non i maggiori “azionisti” e i maggiori coinvolti della moneta p2p.

E infatti, la morte di bitcoin è durata solamente una decina di giorni. Oggi 22 gennaio 2016 possiamo constatare che la media del prezzo è di 366 euro, quindi Bitcoin è risorto!. Si, la notizia della morte di bitcoin nominata da Mike Hearn e copiaincollata dai maggiori media(probabilmente allarmista in quanto non possiedono uno staff esperto che potesse ribattere al destino accreditato da Mike alla moneta) è stata assorbita in pochi giorni e il mercato ha cominciato nuovamente a muoversi favorevolmente “pareggiando i conti”.

Quello che ha espresso Mike è che «La blockchain è controllata da miner cinesi, due dei quali controllano oltre il 50% della potenza di calcolo degli hash. A una recente conferenza oltre il 95% del calcolo degli hash era controllato da un gruppetto di persone che stavano su una sola panca». Si è corretto ma è quello che si è potuto constatare da almeno 2 anni e non è una novità. Non sono un esperto di economia mondiale ma sarebbe da idioti non aver notato che la Cina non è quella che abbiamo conosciuto negli anni ’40 ma è oggi una potenza mondiale che fa paura a molti. Non vedo come non si potesse pensare che avrebbe approfittato anche del mercato Bitcoin. Ma un vantaggio c’è: Il motore che tiene in piedi bitcoin è liberamente accessibile a chiunque. A nessuno viene vietato di investire nel miner e raggiungere,  superare o comunque competere con la potenza di calcolo oggi occupata da pochi. Inoltre ricordo che, una volta terminata la distribuzione, non ci sarà il senso di tenere accese potenti e costose macchine(in termini di costi elettrici) per ricevere solamente le fee degli scambi. Questo cambierà tutto e non occorre attendere molto in quanto il dimezzamento della distribuzione avviene circa ogni 4 anni(o meglio ogni 210.000 blocchi). Siamo partiti a 50 bitcoin, oggi siamo a 25 e tra meno di un anno si dimezzerà ulteriormente. Questo significa o verranno spente alcune macchine o dovrà avere senso tenerle accese(quindi aumento del valore).

Avatar

Mirko Feriotti aka Ziomik

Profeta del Bitcoin sin dagli esordi e fermamente convinto sulle potenzialità della moneta decentralizzata.

0 pensieri riguardo “Bitcoin è risorto!


Effettua il login per lasciare un commento

Non perdere i nuovi articoli e le opportunità sulle criptovalute. Iscriviti alla newsletter!
Iscrizione