Bitcoin e valute digitali: come funzionano e a cosa servono

[ratings]

Martedì 26 gennaio dalle ire 17:00 nell’aula 1-2 nella scuola di ingegneria e architettura dell’università di Bologna si terrà un incontro presidiato da Giovanni Neri (docente Unibo di Computer Architectures e di Digital Systems).

Riporto quanto scritto su UniboMagazine a riguardo:

 

È di gran lunga la moneta elettronica più conosciuta e utilizzata al mondo. Il suo inventore è avvolto da un alone di mistero e il discorso sulle possibilità economiche offerte si divide tra entusiasti e strenui oppositori. Di BitCoin (e non solo) si parlerà martedì prossimo, 26 gennaio, dalle 17, nell’Aula 1-2 della Scuola di Ingegneria e Archiettura dell’Università di Bologna.

L’appuntamento, intitolato “Valute digitali: luci e ombre”, vedrà intervenire Giovanni Neri, docente di Computer Architectures e di Digital Systems al Dipartimento di Ingegneria dell’Energia Elettrica e dell’Informazione “Guglielmo Marconi” dell’Università di Bologna.

La conferenza ha come tema la valuta digitale, dai fondamenti della crittografia asimmetrica, che sono alla base di tutti i sistemi moderni di valuta digitale, fino al caso BitCoin, di gran lunga la più diffusa tra le monete virtuali: si parlerà dei suoi fondamenti, delle differenze che la caratterizzano rispetto alle valute tradizionali, delle sue modalità di emissione e ovviamente dei vantaggi e dei rischi connessi al suo utilizzo.

L’evento è organizzato dalla Scuola di Ingegneria e Architettura in collaborazione col gruppo di ricerca “Studi sull’epistemologia e la filosofia della scienza” del Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna.

Lascia un commento